Progetto

“IMPATTO ZERO” – per un agire consapevole sull’ambiente

«Sii tu il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo».(Gandhi)

 

OBIETTIVI

Impatto zero è un progetto che nasce con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sulle tematiche ambientali, di stimolare la riflessione sugli stili di vita della società contemporanea, di porre l’attenzione sullo spreco di risorse ambientali e sulla produzione di rifiuti.

Gli esseri umani hanno un impatto sul contesto che li circonda, in particolare sull’ambiente che non sempre è in grado di assimilare gli effetti delle loro azioni per questo si vuole stimolare una riflessione sul fatto che il nostro personale stile di vita, non è uno status acquisito alla nascita che dobbiamo necessariamente seguire e portarci dietro per sempre, ma è qualcosa che possiamo decidere di cambiare, trasformandoci da spettatori passivi, in motori del cambiamento.

In linea con quanto stabilito dalla recente strategia [1]istituita dall’ Unione europea in ambito di  sviluppo sostenibile, si vuole sensibilizzare i giovani verso un utilizzo delle risorse che consenta alle generazioni future di averne accesso quanto le attuali.

La sostenibilità ha attinenza non solo con la dimensione ambientale ma anche con l’economica, la sociale e l’ istituzionale e  Secondo la Comunicazione del dicembre 2005 della Commissione europea, queste aree sono interconnesse e richiedono risposte basate sulla cooperazione e sulla solidarietà, sulla ricerca e l’innovazione, nonché sull’educazione dei cittadini.

Quest’ultimo obiettivo riveste per noi un importanza primaria dal momento che agiamo in contatto con le giovani generazioni cui desideriamo trasmettere l’importanza della responsabilità dei singoli nel cercare di salvaguardare le risorse, ciascuno secondo il proprio ruolo e le proprie capacità.

DESCRIZIONE

Per il conseguimento degli obiettivi si lavorerà cercando di costruire l’impronta ecologica della nostra struttura e dei suoi frequentatori, attraverso una serie di misurazioni dei consumi. Ci rivolgeremo ai ragazzi delle scuole medie locali e dei primi anni delle superiori per cercare assieme attraverso alcune azioni riguardanti cinque aree tematiche, di comprendere il concetto di impatto ambientale, di cosa si può fare per ridurlo e di riuscire concretamente ad agire sulla riduzione delle emissioni misurate  nella fase iniziale.

“IMPATTO ZERO” è suddiviso in cinque grandi aree tematiche ad ognuna delle quali corrisponde una serie di azioni. Gli effetti attesi sono  di riuscire ad operare per ridurre i consumi di energia, la produzione dei rifiuti, l’inquinamento dovuto ai trasporti, per trasmettere la cultura del riuso e di riduzione degli sprechi, per compensare l’impatto attraverso azioni pulite. Le aree tematiche di seguito elencate sono state individuate anche in base agli obiettivi operativi [2]della strategia europea:

  1. Energia e uso di energie alternative.
  2. Alimentazione – consumi – rifiuti
  3. Compensazione dell’impatto
  4. Mobilità- trasporti
  5. Recupero – riuso

Per la realizzazione delle azioni  il centro giovani ha richiesto la collaborazione/sostegno di:

  • assessorati provinciali, ufficio servizio giovani, agenzia per l’ambiente, ufficio gestione rifiuti
  • Comune di Appiano
  • scuole medie del territorio comunale
  • scuole superiori
  • TIS
  • Ascolto giovani – web tv
  • Associazioni private

Le collaborazioni hanno lo scopo di far conoscere le realtà territoriali che già si occupano di tematiche ambientali per una valorizzazione  delle competenze e conoscenze presenti sul territorio, di far conoscere la cultura innovativa e il mondo delle professioni legate all’ambiente, di entrare in contatto con alcune proposte scolastiche e sperimentare l’educazione tra pari così come anche attività laboratoriali in contesti formativi “informali”, di proporre lo sviluppo di microimprenditorialità giovanile e di condividere con altri centri giovani esperienze già maturate e consolidate nelle loro realtà per valorizzarle.

Con “IMPATTO ZERO” il centro giovani diventa un contesto dove realizzare esperienze che poi i ragazzi potranno portare nel loro quotidiano, dove venir stimolati ad una riflessione che divenga poi patrimonio dei futuri cittadini.

L’intero progetto verrà documentato in tutte le sue fasi per ottenere un prodotto finale su supporto magnetico che documenti il lavoro svolto, infine dopo una fase di verifica dei risultati conseguiti si pubblicherà una documentazione del lavoro, che sarà eventualmente possibile replicare in altri contesti analoghi.

Nell’ottica del valore di sostenibilità che desideriamo trasmettere attraverso il progetto, si cercherà per quanto possibile, di puntare ad un uso attento delle risorse prediligendo partner e collaboratori che operano in maniera ecosostenibile (ad esempio nel caso della stampa) o limitando il più possibile l’uso di materie prime come la carta, prediligendo formati digitali. Così come negli spostamenti necessari per le attività esterne si favorirà l’uso di mezzi a basse emissioni. Dove possibile i materiali necessari saranno materiali riciclati.

 

TEMPISTICA

Il progetto prenderà il via a fine dell 2012 e si svolgerà in due anni solari con fine prevista nel 2014.

 

1] In sintesi La presente strategia delinea un quadro politico comunitario a favore dello sviluppo sostenibile, ovvero la capacità di soddisfare i bisogni dell’attuale generazione senza compromettere la capacità di quelle future di rispondere alle loro. Lo sviluppo sostenibile si fonda su quattro pilastri, economico, sociale, ambientale e governance mondiale, che devono reciprocamente rafforzarsi. Le conseguenze economiche, sociali e ambientali di tutte le politiche devono pertanto essere esaminate in maniera coordinata e prese in considerazione al momento della loro elaborazione e della loro adozione. L’UE deve inoltre assumersi le proprie responsabilità internazionali in materia di sviluppo sostenibile: esso deve essere promosso al di fuori dell’UE, anche per quanto riguarda gli aspetti connessi con la democrazia, la pace, la sicurezza e la libertà.

 

[2]  – ..limitare i cambiamenti climatici e i loro effetti…. -    …Limitare gli effetti negativi dei trasporti … – Per promuovere modelli di produzionee di consumo più sostenibiliè necessario soprattutto spezzare il vincolo tra crescita economica e degrado ambientale e considerare ciò che l’ecosistema può sostenere….  - Anche la gestione sostenibile delle risorse naturali costituisce un obiettivo…. Il riciclaggio e il riutilizzo devono essere ugualmente sostenuti. – La limitazione dei gravi rischi per la salute pubblica è un altro obiettivo della strategia. La sicurezza e la qualità degli alimenti devono essere garantite a tutti i livelli della catena alimentare….

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>